Cronaca

"PER RICOVERARLO SERVE L'ESITO DEL TAMPONE". A 40 anni muore abbandonato per 16 ore tra i dolori allo stomaco

C'è un'inchiesta della Procura di Lecce sulle cause della morte di un 40enne di Alezio





ALEZIO - Accompagnato in ospedale per alcune fitte allo stomaco resta per 16 ore in sala d'attesa aspettando l'esito del tampone anti-coronavirus, poi quando viene ricoverato finisce immediatamente in rianimazione in gravissime condizioni e muore.

La Procura di Lecce ha aperto un'inchiesta sulla morte di un 40enne di Alezio deceduto al “Sacro Cuore di Gesù” di Gallipoli, dove si era recato per placare dei dolori lancinanti allo stomaco.

Il paziente è stato trattenuto in ambulanza dal personale medico in attesa di eseguire il tampone anti-coronavirus e poi di conoscerne il risultato. Solo a notte fonda, dopo 16 ore, il via libera all'ingresso in reparto, con il quadro clinico dell'uomo che si era già praticamente compromesso.

Il fascicolo d'inchiesta è in mano del PM Alberto Santacatterina che ha fatto acquisire cartelle cliniche e documentazioni mediche che riguardano la tragica degenza di questo giovane sfortunato. Parallelamente il PM è intenzionato a chiedere un approfondimento medico legale, dunque si renderà necessaria l'autopsia.



Commenti

"E' IN CODICE VERDE, TUTTO OK". Muore a 45 anni, "rimbalzato" da 3 ospedali. C'è una inchiesta
LE FOTO CHE METTONO I BRIVIDI: maltempo, il fiume di fango e pioggia che si è scaricato in mare. E' un disastro