News

TUIA FISSA LA "QUOTA": "Lecce, ecco quanti punti dovrai fare. Non possiamo più nasconderci"

Le parole del difensore centrale, anche nella video-intervista





LECCE - Nel bel mezzo di questa sosta di campionato parla Alessandro Tuia, finalmente riabilitato dopo l'ultimo stop fisico. Proprio da questa considerazione e dalle tribolazioni di una stagione non facile dal punto di vista fisico è partito il difensore in questa ricca intervista in Sala Stampa, sotto anche nella versione video.

Peccato, tante assenze - “Ho avuto molti stop, è vero, ma oramai so come vivere questi momenti perchè purtroppo mi è capitato spesso. Ora devo guardare al futuro, pensare al rientro. Ci prepariamo a queste ultime gare con la convinzione che servirà brillantezza”.

Equilibrio - “Ho vinto dei campionati in passato, ma non ho mai visto un torneo come questo, così equilibrato. Tutte le gare vanno affrontate con il massimo rispetto”.

Ricetta - “Servirà unione, quando ci si avvicina a un obiettivo non bisogna farselo scappare. A sette giornate dalla fine non ci possiamo nascondere, dobbiamo lottare per la promozione diretta”.

Concorrenza difensiva - “Credo che ambire alla maglia da titolare sia una bella sfida per tutti noi. La competizione fa bene in una squadra sana, ora non servono egoismi, ma accettare le scelte dell'allenatore. Chi gioca deve sapere che deve dare un contributo in più”.

Inzaghi esonerato, la solidarietà - “Ho scritto al mister, insieme abbiamo condiviso dei momenti belli e altri meno. Sono molto dispiaciuto di come sia stato trattato, è folle quel che è successo a Brescia. Saprà rifarsi, ha una grande capacità di costruire un rapporto vincente con i calciatori”.

Quota promozione - “Serviranno almeno 70 o 72 punti. Sono tanti, ma dobbiamo puntare a farli. Sta tutto nella nostra testa, se ci ritroviamo possiamo fare grandi cose. La Cremonese? Arriverà sino in fondo, è il loro anno, lo si è capito praticamente dalla prima giornata contro di noi”.

Frosinone alla ripresa - “E' una partita difficile, sanno cosa fare, hanno un modo di giocare con compiti specifici. Ci farà bene questa sosta per preparare questa partita al meglio”.

I giovani del Lecce - “Chi mi stupisce? Hjulmand è stato fondamentale per tutti noi con il suo rendimento, per crescita, affidabilità, continuità. Poi cito Bjorkengren che ha giocato un po' meno degli altri, ma merita rispetto per le sue qualità”.



Commenti

PRIMO SUCCESSO DA CT! Moriero fa felici le Maldive, 2-0 in amichevole
Pranzo di nozze mancato, rancio in carcere centrato. EX ALLENATORE di Gallipoli e Galatina preso per truffa