Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Bastano i "RESTI" della Fidelis Andria con i KAMIKAZE. Campionato riaperto dal Lecce. La cronaca

Giovedì 22 Marzo 2018 | Marco Errico | News

LECCE - Fidelis Andria ancora "stregata" per il Lecce. I giallorossi non vanno oltre il pari, facendosi fermare sul 2-2 dai baresi, giunti nel Salento in formazione largamente rimaneggiata. Non è bastato neanche il doppio vantaggio firmato Di Piazza e Mancosu (FOTO SOPRA IL GOL DI DI PIAZZA), per una squadra apparsa decisamente sotto le aspettative per un'ora di gioco.

Novità - Liverani rilancia Di Piazza titolare, in formazione c'è anche Tabanelli da trequartista (la sua presenza sarà impalpabile), mentre Torromino completa la coppia d'attacco. Difesa identica a quella di Cosenza, non rifiatano Legittimo e Ciancio. Il Lecce parte forte, deciso a conquistare un successo che in casa manca da oltre un mese (3-1 al Catanzaro il 4 febbraio). Di Piazza ci prova di testa al 4' su cross di Mancosu (di poco a lato), poi ritenta calciando al volo alla Ibrahimovic su assist di Arrigoni. Pallone fuori, sarebbe stata una rete di una bellezza abbagliante.

Scoppiettanti - Sono le avvisaglie del gol che arriva al 21': cross di Torromino, torre di Selasi e Di Piazza di destro scaraventa in rete. Al 29' il raddoppio: calcio d'angolo battuto alla perfezione da Selasi e Arrigoni, traversone per Mancosu che si avventa in area e in girata non lascia scampo a Maurantonio. Partita che sembra in ghiaccio, ma che viene riaperta subito. E' il 32': calcio d'angolo barese e dormita collettiva, colpo di testa di Tiritello e pallone non trattenuto da Perucchini che varca la linea bianca.

Pareggio inatteso - A inizio ripresa il pari della Fidelis Andria: Taurino firma il 2-2 approfittando di un'altra dormita collettiva, iniziata da Legittimo che si fa sfuggire Di Cosmo e finita nel cuore dell'area dove nessuno chiude. Nel finale "giropalla" estenuante e senza sbocchi del Lecce (giusto un paio di tentativi di penetrazione di Di Piazza e Mancosu), mentre la Fidelis Andria in pieno recupero potrebbe clamorosamente vincerla, con la complicità di Marino e Perucchini che chiudono male un contropiede biancoazzurro. Cosenza in scivolata salva a porta vuota. E il Lecce deve rinviare ancora i progetti di fuga definitiva.

TABELLINO

LECCE - FIDELIS ANDRIA 2-2

Marcatori: Di Piazza al 21' p.t., Mancosu al 29' p.t., Tiritiello al 32' p.t., Taurino all'8' s.t.

Lecce (4-3-1-2): Perucchini; Ciancio (dal 43' s.t. Lepore), Cosenza, Marino, Legittimo (dal 43' s.t. Persano); Selasi (dal 12' s.t. Tsonev), Arrigoni, Mancosu; Tabanelli (dal 25' s.t. Costa Ferreira), Di Piazza, Torromino (dal 12' s.t. Caturano). (Chironi, Centonze, Di Matteo, Valeri, Caturano, Gambardella, Armellino). Allenatore Liverani.

Fidelis Andria (3-5-2): Maurantonio; Celli, Abruzzese, Tiritello; Di Cosmo (dal 38' s.t. Scalera), Longo (dal 31' s.t. Lobosco), Quinto, Piccinni, Lancini; Lattanzio (dal 1' s.t. Croce), Taurino (dal 15' s.t. Cappiello). (Cilli, Colella, Scaringella, Liguori, Antonicelli, Camporeale, Zingaro, Turi). Allenatore Papagni.

Arbitro: Sozza di Seregno (Abagnara-Della Vecchia).

Note: spettatori 8344, di cui 1403 paganti e 6942 abbonati, ammoniti Tiritello, Maurantonio, Tsonev, Cosenza e Costa Ferreira, angoli 7-3, recupero 0' p.t., 4' s.t.