Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Parla PETRICCIONE: "meglio play, ma Tachtsidis ci servirà. A Salerno per riprenderci i punti"

Giovedì 24 Gennaio 2019 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Il bicchiere è pieno. Almeno per Jacopo Petriccione, soddisfatto del punto conquistato con il Benevento (FOTO SOPRA IL CENTROCAMPISTA GIALLOROSSO). Ecco la nostra intervista realizzata oggi in Sala Stampa.

Cinismo - "Le occasioni le abbiamo avute con La Mantia e Scavone, avremmo meritato di vincere ma va bene il punto. Ci vuole più cattiveria sotto porta. Ci stiamo lavorando".

Posizione - "Mi sento più play che mezz'ala, però per il gioco che vuole il mister e la interpretazione del ruolo cambia davvero pochissimo".

Tachtsidis - "E' un giocatore importante, con il piede molto educato. Deve trovare la condizione, ma al top ci darà una grande mano. Entrambi vogliamo costruire il gioco, ma fisicamente è il doppio di me: si è visto domenica, tutti i palloni alti erano suoi. Sono più dinamico nel gioco, ho caratteristiche diverse, ma nella sostanzia cambia poco".

Salernitana - "Vogliamo recuperare i punti persi all'andata. Sono una squadra fastidiosa, a Palermo hanno messo in mostra grandi qualità. Hanno a disposizione punte che attaccano bene alle spalle dei difensori. Non possiamo sbagliare in uscita perchè sono letali in ripartenza. Dobbiamo essere attenti".

Mercato - "Sarà un ritorno molto equilibrato, tante squadre si sono già rinforzate, noi però abbiamo operato con innesti mirati. Ci siamo anche noi".

Bilancio - "Non ho mai avuto tanta continuità in una stagione in carriera. Ero in calo a fine anno solare, la pausa natalizia mi è servita".