Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LECCE, PER 4 ANNI RAPINATO DELLA SERIE B: Catanzaro e Avellino, a braccetto verso la retrocessione per illecito

Martedì 28 Novembre 2017 | La Redazione | News

ROMA - 4 anni dopo (e non è ancora finita...) arriva il "conto" della giustizia sportiva: Catanzaro e Avellino sono state deferite con responsabilità diretta per illecito sportivo nella combine del 5 maggio 2013 (Catanzaro-Avellino 0-1) che mandò direttamente in Serie B i campani e consentì ai calabresi comunque di salvarsi.

Non essendo applicabile nessuna retroattività, al termine del processo sportivo le due squadre dovrebbero essere retrocesse all'ultimo posto della classifica della categoria di attuale competenza, lasciando un posto vuoto nell'organico di Serie B (se l'Avellino dovesse riuscire a salvarsi sul campo) e in Serie C (ugualmente per il Catanzaro). Altrimenti doppio salto mortale, di due categorie all'indietro.

Vale la pena ricordare che il Lecce in uno qualunque degli eventuali campionati successivi alla stagione 2013/2014 sarebbe stato in testa ai parametri degli aventi diritto al posto in Serie B, o immediatamente dietro ai già ripescati (Ascoli e Vicenza, per citare due casi). In pratica se la giustizia sportiva avesse avuto tempi più rapidi, almeno decenti, il Lecce da anni sarebbe tornato in Serie B. Ora vedremo invece quale sarà la società "baciata" da questa fortuna improvvisa.