Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Questo Lecce fa BRILLARE GLI OCCHI. Salernitana SFONDATA, poker di Coppa

Domenica 18 Agosto 2019 | Cosimo Carulli | News

LECCE - Con una doppietta di Lapadula e due prodezze di Falco e Majer, il Lecce stende la Salernitana e approda al Quarto Turno di Coppa Italia TIM, dove troverà la SPAL in trasferta a Ferrara (i biancoazzurri si sono sbarazzati in rimonta della FeralpiSalò, battendola 3-1).

"Cucchiaio" - Liverani opta per il tridente composto da Falco, Lapadula e La Mantia, con il talento di Pulsano che spazia tra la corsia destra e la trequarti alle spalle delle due punte. La sorpresa è in difesa, dove c’è Riccardi al centro al posto di Rossettini. Sull’altro fronte Ventura non rinuncia al consolidato modulo offensivo, che dovrà abbandonare presto per difendere... Il Lecce parte forte e dopo appena 4 minuti è in vantaggio: lancio di Lucioni, liscio clamoroso di Billong e Lapadula solo davanti a Micai lo scavalca con un morbido pallonetto, facendo esplodere i 16mila del "Via del Mare" (FOTO SOPRA).

Scatenato - Sulle ali dell’entusiasmo per il vantaggio, il Lecce prova subito a chiudere i conti. Al 7’ ancora Lapadula, particolarmente ispirato, colpisce di testa su cross di Falco, Micai smanaccia sulla linea di porta. E dopo una manciata di minuti La Mantia infila l’angolino con un preciso diagonale, ma l’azione è viziata da un fuorigioco dubbio. Poi c’è un contatto sospetto in area di rigore campana, con Lapadula (sempre lui) toccato duro da Jaroszynski: l'arbitro sorvola. Poi i ritmi si abbassano e la Saleritana comincia a prendere campo, affacciandosi un paio di volte dalle parti di Gabriel, senza però creare grossi problemi.

Prodezza - La ripresa inizia con il Lecce proiettato in avanti e Lapadula che sfiora il raddoppio con una “spizzata” di testa di poco a lato, su cross di Falco. Al 10’, però, la Salernitana va vicina al pari, con un sinistro di Di Tacchio deviato sul palo da un bell’intervento di Gabriel. Scampato il pericolo, il Lecce trova il raddoppio con Falco con un gol spettacolare: dalla destra salta in dribbling tre avversari e infila il primo palo. Sul 2-0, Liverani dà respiro a Tachtsidis, inserendo Tabanelli e ridisegnando il centrocampo con Petriccione spostato nel ruolo di play. Poi c’è spazio anche per il debutto di Farias, al posto di La Mantia: il brasiliano infiamma subito il "Via del Mare" con una serpentina ubriacante sulla corsia sinistra. Al 31’ chiude definitivamente i conti qualificazione Lapadula, che si presenta solo davanti a Micai e lo infila con un tocco preciso sotto l’incrocio. Poi completa il poker Majer, con una botta al volo dal cuore dell'area di rigore (cross di Calderoni) che fulmina il portiere.

TABELLINO

LECCE - SALERNITANA 4-0.

Marcatori: Lapadula al 4’ p.t; Falco al 16’ s.t., Lapadula al 31’ s.t., Majer al 37' s.t.

Lecce (4-3-3): Gabriel; Rispoli, Riccardi, Lucioni, Calderoni; Petriccione, Tachtsidis (dal 18’ s.t. Tabanelli), Majer; Falco (dal 33’ s.t. Dell’Orco): Lapadula, La Mantia (Vigorito, Vera Ramirez, Haye, Rossettini, Dumancic, Farias, Pierno, Dubickas, Gallo, Felici). Allenatore: Liverani.

Salernitana (3-5-2) : Micai;  Karo (dal 29’ s.t. Migliorini), Billong, Jaroszynski; Lombardi, Akpa Akpro, Di Tacchio, Firenze (dall’11’ s.t. Maistro), Kiyine; Jallow,  Giannetti (dal 20’ s.t. Calaiò). (Vannucchi, Russo, Lopez, Odjer, Djuric, Cicerelli, Kalombo, Morrone, Carillo). Allenatore: Ventura.

Arbitro: Abbattista di Molfetta (Rocca-Vecchi, IV Ufficiale Ayroldi).

Note: spettatori 15696, ammoniti Majer, Kiyine, La Mantia, angoli 4-2, recupero 0' p.t., 0' s.t.