News

SI APRE (anche ufficialmente) il mercato: E' QUESTO il Lecce che verrà?

Giallorossi chiamati a qualche ritocco rafforzativo della rosa: proviamo a disegnare i 22 in campo





LECCE - Pochi ritocchi ma importanti in termini di miglioramento della rosa.

Sembra essere questo il “mantra” della campagna acquisti di gennaio che da oggi il Lecce affronta anche con l'ufficialità delle date del calciomercato che chiuderà alle 20 del 31 gennaio prossimo.

Con Gabriel e Bleve la porta è chiusa a doppia mandata. Davanti al portiere giallorosso in uscita Meccariello (in direzione SPAL), mentre Bjarnason è già partito e Calabresi potrebbe finire al Brescia se Corvino vorrà dirigere le sue attenzioni sul neo-svincolato Mateju, proprio un ex Brescia. Poi tutti confermati i capisaldi difensivi di Baroni, da Lucioni a Tuia passando per Dermaku, finendo sulle fasce da Gendrey a Barreca e Gallo.

A centrocampo arriverà un elemento, che possa fare il vice-Hjulmand ma anche mettere pressione alle mezzali titolari, Majer e Gargiulo, che in un campionato lungo e logorante hanno bisogno di qualcosina in più di Helgason e Bjorkengren, ancora molto timidi in mezzo al campo. Un profilo poliedrico, alla Zanellato (Crotone), alla Folorunsho (Pordenone via Napoli che ne detiene il cartellino).

Davanti Asencio è vicinissimo, sarà il vice-Coda anche qui con la possibilità di mettere pepe alla competizione per le maglie di Strefezza e Di Mariano, con Rodriguez Delgado, Listkowski e Olivieri che completeranno la batteria delle punte.



Commenti

PAUSA DI RIFLESSIONE: le condizioni fisiche di TUIA frenano MECCARIELLO in uscita. Il Lecce ci pensa
IL TEMA STATISTICO: toglietegli tutto, non gli "INTOCCABILI". Sono 5 i FEDELISSIMI DI BARONI