Cronaca

La mamma non è in casa, il PATRIGNO VIOLENTA le figlie di 8 e 4 anni. CONDANNATO

Arriva a sentenza una vicenda squallida che si sarebbe consumata tra le mura di casa





CASARANO - Nei momenti di assenza in casa della compagna avrebbe violentato ripetutamente e costretto ad atti sessuali le figlie della sua donna, due gemelline di 8 e 4 anni.

Con questa tremenda accusa è stato condannato un cinquantenne di Casarano, riconosciuto colpevole di violenza sessuale aggravata dalla minore età delle vittime.

Il Giudice per le Udienze Preliminari Sergio Tosi ha inflitto per lui una condanna a 4 anni e 8 mesi, anche superiore a quella più bassa che aveva chiesto il PM, 4 anni.

Per il condannato anche l'interdizione perpetua da qualsiasi ufficio riguardante la tutela di minori e da qualunque incarico presso scuole o strutture frequentate da minori, con l'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni.

La vicenda giudiziaria è nata sulla scia di delicatissime indagini messe in piedi dalla Procura dei Minori del Tribunale di Lecce dopo la denuncia della madre delle piccole, che era riuscita a farsi confidare da entrambe i dettagli delle violenze sessuali subite tutte nell'estate 2018, quando si sarebbero verificati questi squallidi rapporti sessuali.



Commenti

IL LECCE DEGLI "ESAMI": con il Parma per vedere a che punto è il progetto. LE SCELTE, I DUBBI
LECCE-DEGHI, ACCORDO FATTO: l'azienda di Paglialunga sponsor sul retro della maglia