Cronaca

MASSACRATO DI BOTTE durante il matrimonio. Ve lo ricordate? Andrà a processo per violenza sessuale

Lo scorso 29 maggio fece scalpore il ricevimento nuziale finito male di una coppia del Sud Salento: ora diventerà un processo





SPECCHIA - E' accusato di aver molestato sessualmente la sposa, durante il ricevimento nuziale dell'amico, di cui era addirittura il testimone di nozze.

Andrà a processo con l'ipotesi di reato pesantissima di violenza sessuale un 26enne originario di Tricase ma residente a Corigliano d'Otranto, che lo scorso 29 anno era stato pestato nel bel mezzo di un matrimonio in un ristorante a Specchia.

Una aggressione che era diventata “virale” sui social, ripresa dai telefoni degli altri invitati e passata di cellulare in cellulare.

Si andrà a processo, dunque, come stabilito dal GIP Michele Toriello che questa mattina ha accolto la richiesta di rinvio a giudizio avanzata dal PM Mastroniani.

Il magistrato aveva lavorato alla sua inchiesta prendendo le mosse da una denuncia presentata dalla coppia immediatamente dopo la zuffa avvenuta durante il ricevimento.

Stando a quanto emerso da queste indagini durante il pranzo nuziale il 26enne avrebbe palpeggiato al seno la sposa, approfittando di un momento in cui si trovava da sola al bancone del bar della sala ricevimenti.

Parallelamente, ma è una vicenda penale distinta, il testimone di nozze ha denunciato per lesioni aggravate lo sposo che gli avrebbe provocato la frattura delle vertebre lombari e sacrali.



Commenti

Qui PERUGIA. Alvini PERDE DUE PEDINE! Con il Lecce assenze pesanti
CALIGARA A SORPRESA: "il Lecce? Non ha creato molto. Potevamo anche vincerla"