News

LA DECISIONE. A Como l'INVASIONE DEI MILLE. La società blocca la vendita dei biglietti ai residenti nel Salento

Settore Ospiti esaurito? I tifosi salentini come sempre non si sono persi d'animo e hanno occupato anche altri settori: con qualche problema





COMO - Il “boom” di vendite di tagliandi per Como-Lecce di sabato alle 14 al “Sinigaglia” ha costretto la società lariana a sospendere ai non residenti nella provincia di Como ogni genere di vendita di biglietti in tutti i settori dello stadio. Sino alla serata di ieri la vendita era aperta senza limitazioni su “VivaTicket” e nelle rivendite autorizzate affiliate al circuito.

Ieri in 7 minuti, dalle 14 alle 14.07, la tifoseria leccese ha riempito i 250 posti disponibili nel settore Ospiti, partendo subito dopo all'assalto dei settori adiacenti, spazzolando via altri 700 biglietti (NELLA FOTO SOTTO UNA TRASFERTA DEGLI ULTRA' LECCE A PARMA).

Un dato troppo evidente e che è balzato agli occhi del cassiere “virtuale” del Como che si è ritrovato con 2mila biglietti già venduti per Como-Lecce al martedì mattina, quando la media-spettatori dei biancoazzurri in tutta la stagione non supera i 2300 biglietti venduti a partita.

Al momento, dunque, la vendita di tagliandi è consentita soltanto ai tifosi locali, sino ai 6mila posti a sedere circa di capienza consentita (siamo sempre in regime di restrizioni per l'emergenza sanitaria, con stadi aperti al 50% dei posti realmente disponibili).



Commenti

TRINCHERA, parole e emozioni: "prime due sessioni da DS del Lecce, che orgoglio"!
DI MARIANO rischia il forfait, ancora 4 in differenziato. "PERICOLO" GIALLO: sono 3 i diffidati "pesanti"