Ospiti

ITALIANO, fa giocare SOTTIL e NZOLA e ha il coraggio di parlare: "sconfitta eccessiva. Troppo tornare a casa senza punti"

Il tecnico della Fiorentina recrimina sul punteggio finale che ha premiato il Lecce

LECCE - Nonostante il Lecce abbia preso a pallonate la sua Fiorentina, Vincenzo Italiano ha il coraggio di fare tutta un'altra analisi nel dopo-partita di Lecce-Fiorentina, con lo stesso coraggio, fegato e pelo sullo stomaco con cui ha schierato in un campo di calcio Sottil e Nzola al “Via del Mare”, è evidente… Ecco le sue parole.

Sconfitta incredibile - “Con un po' di malizia e furbizia non avremmo mai perso. All'ultimo minuto eravamo su angolo per noi e abbiamo preso il pareggio. Se non fai bene sulle situazioni facili in cui devi gestire ecco quel che può accadere. Certo, non ci sta perderla, la sconfitta è esagerata, abbiamo avuto più volte la situazione per il 3-1, ma sono aspetti inallenabili, su cui non posso fare nulla: dobbiamo solo crescere. Non potevamo comunque andare via da Lecce senza punti e ci siamo riusciti”.

Analisi - “Non è una questione di ritmo, il Lecce può far male e lo sappiamo, soprattutto in contropiede, ma nel 2° tempo siamo cresciuti molto. Non vinciamo per 4 minuti folli. Oggi ci sentiamo smarriti, dobbiamo rientrare sulla retta via, quella del nostro 2° tempo”.

Commenti

Qui FIORENTINA. BIRAGHI DURISSIMO: "si perde così solo ai 'Pulcini'. Figuraccia vergognosa, Firenze non lo merita"
La "Passione di Cristo" coinvolge centinaia di spettatori: lo spettacolo ad ALLISTE