Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LIVERANI: "Lucioni, secondo fallo ingenuo. Ma è bastata mezz'ora di vero Lecce..."

Sabato 13 Aprile 2019 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - A fine gara in Sala Stampa abbiamo lungamente intervistato il tecnico del Lecce Fabio Liverani. Ecco le sue parole.

La partita - "Da qui alla fine partite semplici non ce ne sono. Poi nel secondo tempo sapevamo che il Carpi non poteva reggere la stessa intensità della prima frazione in cui con grande aggressività e presenza su tutti i palloni ci ha messo in difficoltà. Appena sono calati è venuta fuori la nostra qualità, con il nostro gioco di primi tocchi siamo stati bravi. Sono bastati venti minuti di Lecce vero per avere la meglio".

Decisioni discutibili - "Rispetto a Cremona la decisione su Lucioni è stata figlia di un fallo ingenuo di Fabio che è un giocatore fuori categoria e poteva essere più bravo ad evitare il secondo giallo".

Calderoni - "Vediamo come sta martedì, abbiamo sette giorni per preparare la prossima partita, possiamo recuperarlo. Puntiamo comunque sulla forza di tutti, non del singolo".

Tumminello - "Avevo detto che serviva la scintilla, speriamo sia scoccata. Il gol gli dà qualcosa, può ripartire affamato come quando aveva 15-16 anni, me lo ricordo. Così può diventare un calciatore importante".

Bleve - "E' stato fondamentale, bravo a farsi trovare pronto. A quattro giornate dalla fine non mi sembra una scelta logica cambiare portiere, meccanismi: il titolare resta Vigorito".

Analisi - "Qualche cosa nel primo tempo non andava, Mancosu, Petriccione, alcune cose non scorrevano fluide. Poi nel secondo tempo tutti sono saliti sulla media delle rispettive prestazioni, Falco è diventato devastante. Bene tutti".