Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

DELUSIONE LUISO: "per un tempo padroni del gioco. Liverani, ora battimi la Paganese..."

Lunedì 16 Aprile 2018 | Matteo Bottazzo | Ospiti

LECCE - A fine gara abbiamo sentito anche il tecnico del Racing Fondi Pasquale Luiso, vecchia conoscenza dello stadio leccese, dove da avversario il "Toro di Sora" ha spesso incrociato i destini del Lecce, vestendo la maglia giallorossa per due mesi senza mai giocare, nell'estate 1993, prima di essere girato al Sora (FOTO SOPRA LUISO IN PANCHINA A LECCE, FOTO SOTTO UN'AZIONE DEI SUOI CALCIATORI).

La partita - "Sono contento della prestazione della squadra, capace di restare in partita con il Lecce, la capolista, sino al novantesimo. Abbiamo fatto una grossa partita, sbloccata da un tiro che forse era un cross, concedendo sempre poco e prendendo il 2-0 solo negli ultimi secondi di gara. Usciamo a testa alta, con grande dignità. Nel primo tempo la partita l'avevamo fatta noi".

Salvezza - "Ora sappiamo che nelle prossime tre partite dobbiamo fare quattro punti, augurandoci che il Lecce possa battere la Paganese nel prossimo turno. Non ho dimenticato quei pochi mesi in maglia leccese nel 1993, anche io sento il mio piccolissimo passato di giallorosso, oltre che il mio legame personale con Liverani, un tecnico eccezionale, che stimo molto".