Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

L'EDITORIALE. Accomodatevi, il carro dei vincitori è per tutti. Sappiate che lo guida un TOP PLAYER: FABIO LIVERANI. Un predestinato

Martedì 14 Maggio 2019 | Cosimo Carulli | Editoriali

LECCE - Ne abbiamo incassate di critiche, ne abbiamo persi di lettori per strada (più guadagnati), ma la nostra linea di coerenza ha tenuto il colpo forte della prova dei fatti.

Il top player del Lecce era, è e resta Fabio Liverani e il suo calcio totale.

142 punti in meno di due campionati, 41 partite vinte e 60 complessivamente da imbattuto su 75 disputate. E qualcuno ha avuto il "coraggio" di non sostenerlo.

Noi l'abbiamo fatto sempre, a costo di perderci qualcosa, di rimetterci quel tanto di "nazional-popolare" che veste gli abiti di alcuni sempre pronti ad andare in bocca alle folle, a vendere il fumo che piace di più sulla piazza, a dire quel che la gente si vuol sentir dire. A parlare alla pancia.

Ecco, per carità, ci vuole talento anche in questo (talento diabolico...), ma se ti "gira" male poi la rete non perdona, c'è tutto negli archivi, spulciando si leggono gli strali continui quanto ingiustificati contro un allenatore così.

Un allenatore che merita la "Panchina d'Oro 2019" per la B e noi, dalla nostra piccola postazione editoriale, faremo di tutto perchè la nostra voce sia ascoltata dall'Associazione Italiana Calciatori. Liverani è di gran lunga il miglior tecnico della cadetteria. Anche se allena a Sud nella provincia più marginale dell'Impero tutti devono saperlo.

Ne siamo tanto convinti che chi ci legge con passione e magari riesce ad analizzare i titoli che calibriamo su alcuni eventi certamente non avrà perso quello di apertura del giorno promozione: questo "Ajax d'Italia", costruito da Fabio, è certamente l'orchestra migliore dello stonato panorama musicale della Serie A e della Serie B.

Perchè dobbiamo vergognarci a dirlo? Il Lecce è la squadra che gioca meglio al calcio tra le 39 squadre di A e B. Qualcuno può smentire questo che a noi sembra un dato di fatto alla luce dei ritmi blandi del calcio di tutte le big di A che si sono via via schiantate in questi mesi contro il Tottenham, l'Ajax, l'Arsenal? All'estero si gioca un altro calcio, è vero, e a Lecce si gioca un altro calcio rispetto all'Italia mediocre. E' ugualmente vero.

Qualcuno può obiettare sostenendo che Juventus, Napoli, Roma o Milan giochino meglio del Lecce? Non ci sembra, allora basta, diamo a Cesare quel che è di Cesare. E' Liverani il top player del Lecce. Può arrivare chiunque quest'estate dal mercato: noi di SoloLecce.it ci sentiamo al sicuro. C'è Liverani.