Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Invasione dopo Lecce-Carpi del 2013: la Cassazione ha deciso. Sei condanne diventano definitive

Mercoledì 15 Novembre 2017 | Marco Errico | News

ROMA - La Corte di Cassazione ha confermato sei condanne ai danni di altrettanti tifosi del Lecce fermati durante l'invasione di campo successiva al fischio finale di Lecce-Carpi del 16 giugno 2013, giornata nera, nerissima per la storia recente del Lecce (FOTO SOPRA LA "BRUTTA" IMMAGINE STORICA DELLA POLIZIA IN CAMPO AL "VIA DEL MARE").

Poco importa che la gara si fosse conclusa e che i calciatori fossero negli spogliatoi: per i giudici ermellini l'invasione di campo è reato sempre, prima, durante o dopo una manifestazione con afflusso o deflusso di pubblico.

In base a questa particolare interpretazione della Suprema Corte sono state respinte le argomentazioni della difesa dei 6 tifosi, che ora dovranno fare i conti con le condanne in via definitiva, tutte attorno ai due anni e sei mesi massimi di reclusione.