Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

ESCLUSIVO SoloLecce.it. MANCOSU: "NO AL CAGLIARI, PRIMA SALVO IL LECCE". Esiste anche il calcio degli uomini veri

Giovedì 6 Settembre 2018 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Mai come in questa fase, di questi tempi, si può ripetere l'assunto generico che ci sono dei calciatori che fanno parlare e calciatori che parlano coi fatti.

Il Lecce ha un calciatore della seconda categoria, sicuro, che abbiamo imparato a conoscere negli anni. Si chiama Marco Mancosu, uno che oltre alle giocate ogni giorno fa anche i fatti, i comportamenti, le azioni che vogliamo e che ci piacciono.

Un professionista vero, uno che con quel talento non si capisce perchè è arrivato a 30 anni con 12 presenze in Serie B prima di questo campionato con il Lecce.

Contro Benevento e Salernitana si è scatenato aprendo l'armadio dove tiene conservate le gemme preziose, la gioielleria dei tiri da lontano e delle acrobazie al volo in area. Due partite, due reti.

E pensare che senza proclami ha rifiutato il Cagliari, la Serie A magari non da protagonista assoluto ma l'amore di una vita per lui. Sì, avete letto bene: questa estate il club sardo, in extremis, ha intavolato una trattativa importante con il Lecce. Eravamo davvero a fine mercato, quando i giallorossi avrebbero dovuto stravolgere i loro piani per sostituire la mezz'ala e fantasista all'occorrenza. Tuttavia l'offerta del Cagliari era importante, in subordine poteva concretizzarsi con un accordo anche per gennaio, per il mercato di riparazione. Poi ci ha pensato il giocatore, a togliere tutti i dubbi: "resto a Lecce, e tutto l'anno, la B conquistata va difesa, non vendetemi ora. Poi si penserà dopo al massimo".

Senza proclami, coi fatti veri.