Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

VIDEO-INTERVISTA: Rizzo corregge il tiro, "sono leccese e permaloso, ho parlato con il cuore"

Venerdì 25 Agosto 2017 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Ecco le parole di Roberto Rizzo alla vigilia del debutto in campionato del Lecce, qui sotto sintetizzate nella versione scritta, poi a seguire con la video-intervista dal nostro canale YouTube.

Esordio - "Abbiamo lavorato tanto per arrivare pronti a questa partita, non vediamo l'ora di giocarla, siamo consapevoli che davanti a noi ci sarà un avversario con grandi stimoli. Sappiamo che intorno avremo un ambiente particolare, ma la mia squadra saprà estraniarsi da un contesto non favorevole. Siamo vaccinati e maturi, non ci devono preoccupare i tabù".

Indisponibili - "Pacilli sta recuperando dal problema alla caviglia, mentre su Costa Ferreira mi riservo di scegliere al termine dell'allenamento di oggi. Ieri ha svolto metà della seduta con la squadra".

Condizione - "Siamo in linea con le aspettative del periodo, non al top come si può essere a ottobre o novembre, è un periodo in cui la gestione delle partite è fondamentale".

Armellino - "Se Costa Ferreira non dovesse farcela potrebbe essere lui il prescelto. Ho molti dubbi, ma questo allenamento di oggi è importante. Ho molti giocatori over importanti su cui puntare forte, la squadra lo sa".

Francavilla - "Hanno cambiato tanto, è una formazione che può mettere in difficoltà chiunque. Noi dobbiamo andare lì consapevoli di entrare subito in partita e che il diverso valore tecnico debba risultare determinante".

Le parole sull'ambiente - "Il mio non era uno sfogo. Io sono leccese, vivo un carico interno diverso rispetto ad un tecnico che viene da fuori, aggiungiamoci che sono un po' permaloso, anzi se qualcuno si è sentito tirato in ballo non era mia intenzione. Chiedo scusa".