Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

QUESTA SERIE B E' UNA TRUFFA, ma il Lecce spazza via il Brescia. E mancano due rigori. La cronaca

Domenica 28 Aprile 2019 | Marco Errico | News

LECCE – Con un gol di Tabanelli, entrato in campo alla mezz'ora della ripresa, il Lecce batte il Brescia e vede a un passo la Serie A diretta.

Intensità - Liverani schiera la formazione attesa alla vigilia, con Meccariello confermato sulla corsia destra dopo la buona prova di Perugia,  Marino al centro della difesa e un Majer stratosferico, gigantesco nella linea mediana. La partita è subito vibrante, nei primi minuti è soprattutto il Brescia ad arrivare con maggiore pericolosità dalle parti di Vigorito che al 13’ è bravo a sventare in uscita bassa su Tonali lanciato a rete. Ma poi intorno al quarto d’ora il Lecce prende il sopravvento e per alcuni minuti chiude gli avversari in area. Al 18’ c’è una bella percussione di Petriccione, tocco in area per Mancosu che però spara alto sulla traversa.

Qualità - Lecce e Brescia se la giocano a viso aperto, la partita offre momenti di grande qualità su entrambi i fronti, quasi a legittimare la classifica che indica proprio Lecce e Brescia come le migliori squadre del campionato. Al 21’ si riaffaccia dalle parti di Vigorito il Brescia, con un gran destro di Torregrossa dal limite respinto da Vigorito. Al 29’ risponde ancora Manvcosu, con una conclusione di poco alta sulla traversa. Poi nel finale di tempo il Lecce reclama un calcio di rigore solare per un tocco di mano in area di Sabelli su colpo di testa di La Mantia: il penalty sembra netto, ma l’arbitro lascia correre tra le vibranti proteste dei calciatori del Lecce. Il più agitato è Tachtsidis, che rimedia un giallo pesantissimo: diffidato, il centrocampista greco sarà squalificato e non giocherà dunque a Padova.

"Taba"-provvidenza - Nella ripresa dopo 9 minuti il Brescia resta in dieci per l’espulsione di Sabelli che, già ammonito, rimedia il secondo giallo per un brutto fallo su Venuti. Il Lecce preme spinto dai 23mila del "Via del Mare" e colleziona calci d'angolo. Al 27' una gran botta di Majer dai venti metri chiama Alfonso a una prodigiosa deviazione in angolo. Al 31' ci prova Torregrossa in ripartenza, ma la conclusione del centrocampoista finisce alta sulla traversa. Poi al 32' il "Via del Mare" trema per una ripartenza di Torregrossa che solo davanti a Vigorito manda clamorosoamente a lato. C'è spazio anche per un altro rigore reclamato dai giallorossi per un altro tocco di braccio su cross basso dal fondo di Meccariello che si prende pure un giallo per proteste. Poi Liverani manda in campo Tabanelli, che dopo cinque minuti trova il gol su traversone basso di Meccariello. E al "Via del Mare" è l'apoteosi. Se il Lecce batte il Padova praticamente retrocesso e il Palermo non dovesse vincere in casa con lo Spezia sarà già Serie A matematica con due giornate d'anticipo.

TABELLINO

LECCE - BRESCIA 1-0

Marcatori:Tabanelli al 35' s.t.

Lecce (4-3-1-2): Lecce (4-3-1-2): Vigorito; Venuti, Lucioni, Meccariello, Marino; Petriccione, Tachtsidis (dal 30' s.t. Tabanelli), Majer; Mancosu; La Mantia, Falco. Allenatore Liverani. (A disposizione Bleve, Riccardi, Di Matteo, Arrigoni, Tumminello, Haye, Palombi, Felici, Tabanelli, Scavone, Bovo, Pierno). Allenatore: Liveran.i

Brescia (4-3-1-2): Brescia (4-3-1-2): Alfonso; Sabelli, Cistana, Romagnoli, Mateju; Bisoli, Tonali, Ndoj (dal 7’ s.t., Dall’Oglio); Dessena; Donnarumma, Torregrossa. (Andrenacci, Gastaldello, Spalek, Morosini, Viviani, Martella, Tremolada). Allenatore: Corini.

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì
Assistenti: Marco Bresmes di Bergamo e Valerio Colarossi di Roma2
IV Ufficiale: Luca Massimi di Termoli

Note: spettatori 22.521, incasso 339.721 euro; espulso Sabelli al 13' del s.t., per doppia ammonizione; allontanato Corini per proteste; ammoniti Sabelli, Petriccione, Tachtsidis, Dessena, Meccariello;  angoli;  6- 5 per il Lecce. recupero 0’ p.t., 5' s.t.