Ospiti

SOTTIL, PUNZECCHIATURE A BARONI: "l'abbiamo quasi vinta solo con i cambi... E Coda andava espulso"

Le parole del tecnico dei bianconeri nella "pancia" del "Del Duca": ancora lo spazio interviste





ASCOLI PICENO - Andrea Sottil analizza con un pizzico di rimpianto il pari con il Lecce e recrimina per una mancata espulsione ai danni di Coda. Ecco le sue parole in Sala Stampa.

Premiati - “Siamo stati premiati giustamente per il coraggio, ma anche per aver messo nella gara ordine e qualità. Avevamo anche creato i presupposti per vincerla e siamo stati all'altezza di un avversario costruito per ammazzare il campionato. Mi fa arrabbiare prendere gol sui duelli aerei, marchiamo molto male, ci dobbiamo lavorare ancora”.

Recriminazione - “Il secondo giallo a Coda era palese, faccio davvero fatica a capire. Il regolamento parla chiaro”.

Sabiri, praticamente un nuovo acquisto - “Può fare tutto dal centrocampo in su e più campo si trova davanti meglio è. Dispiace per non averlo avuto a disposizione subito per un precampionato travagliato per colpa sua. Aver perso un calciatore così importante solo perchè ha fatto il ‘bischero’ dispiace davvero: ora è tutto risolto e lo utilizzeremo. Ha dimostrato il suo valore anche Iliev, un Nazionale che si è allenato pochissimo ma che ha delle qualità superiori. Hanno fatto bene come tutti i subentrati che ci hanno fatto raddrizzare la gara".



Commenti

BARONI SMORZA LE CRITICHE: "loro hanno cambiato tanto perchè rincorrevano, noi stavamo bene"
I SOGNI DISTRUTTI DI ROBERTO: muore a 24 anni contro un albero, nessuno l'ha soccorso per ore