Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Per uno la RINASCITA, per l'altro il FALLIMENTO. Liviero-Salvi, FACCE DA EX

Venerdì 18 Novembre 2016 | Marco Errico | Ospiti

CASTELLAMMARE DI STABIA - Il trasferimento alla Juve Stabia ha riservato destini opposti a 2 ex che nella stagione scorsa militavano in giallorosso: Matteo Liviero e Stefano Salvi.

Liviero - Il terzino ex Juventus è diventato un grande protagonista della formazione che sta guidando il campionato. Dopo un avvio di stagione complicato per un problema al menisco l'esterno sta ora giocando con grande continuità, rivelandosi uno dei punti di forza dello scacchiere di Fontana. Rientrato dall'infortunio Liviero ha messo insieme 7 presenze, con 1 rete pesante (al Foggia) e 2 assist. Le sue prestazioni stanno insomma aumentando i rimpianti per l'equivoco tattico mai risolto da Braglia, che l'ha impiegato poco e male nello scorso campionato, affidandogli compiti non affini alle sue caratteristiche. Peccato, perchè Ciancio e Contessa ancora non hanno offerto certezze sulla mancina di questo Lecce e probabilmente Liviero sarebbe tornato utile anche a Padalino (FOTO SOPRA LIVIERO PROPRIO CONTRO LA JUVE STABIA, MA IN MAGLIA GIALLOROSSA, LO SCORSO ANNO).

Salvi - E' arrivato in Campania con squilli di tromba come un "botto" di mercato e invece ha trovato pochissimo spazio con la maglia delle "vespe", dividendosi spesso tra panchina e  tribuna. Nelle ultime 9 giornate è stato in campo in 2 spezzoni di partita, per 51 minuti giocati. Anche domenica Salvi si annuncia ai margini della sfida. Nel suo caso non sono rimasti molti i rimpianti per la cessione in estate, anche perchè Mancosu ne ha preso il posto nel centrocampo di Padalino, con risultati ben più convincenti delle ultime apparizioni in giallorosso del mediano romano (FOTO SOTTO).

Da segnalare, poi, che nella rosa della Juve Stabia ci sono altri 2 ex giallorossi, l'attaccante Marco Rosafio e l'ex fantasista Fabio Caserta, che ritiratosi dal calcio giocato è ora Vice di Fontana in panchina.