Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

COSENZA, DEDICHE E PENSIERI: "a Lecce troppe parole, lasciamoci alle spalle le chiacchiere"

Sabato 23 Settembre 2017 | Matteo Bottazzo | News

CATANZARO - Parla anche Francesco Cosenza: ecco l'intervista di SoloLecce.it negli spogliatoi del "Ceravolo" all'autore del 3-0 dei giallorossi (FOTO SOPRA L'ESULTANZA DOPO IL GOL, FOTO SOTTO IL SETTORE OSPITI A CATANZARO).

Momento sì - "Stiamo vivendo un momento positivo, in un percorso di crescita importante. Il nuovo allenatore si è messo a disposizione di questo gruppo, noi dovremo reagire anche per rispetto del tecnico che è andato via".

Troppe parole - "Lecce è una piazza importante, dove ci sono state tante parole, forse esagerate, ma noi siamo consapevoli della nostra missione, le chiacchiere le lasciamo agli altri. Sappiamo di essere una squadra competitiva, oggi l'abbiamo dimostrato, anche se nella crescita, come detto prima, c'è sempre da migliorare".

Momento decisivo - "Il gol di Lepore in avvio ci è stato fondamentale, ha messo la gara in discesa, poi siamo stati bravi a rimanere concentrati sino alla fine, anzi mi dispiace aver preso quel gol alla fine".

Dediche - "Dedico i miei gol ai miei figli Antonio e Francesco Maria, ma anche al gruppo e alle persone che appaiono meno sotto i riflettori, come Soda, Fiorita e tanti altri. Sono contento di aver segnato, in tanti se lo aspettavano prima o poi: tra pali e parate super di qualche portiere, anche la stagione scorsa, non ci ero riuscito. Ora finalmente è arrivato".