Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Anteprima: BLEVE-GOMIS, il dubbio di Padalino. Ecco la situazione e le valutazioni del mister

Venerdì 18 Novembre 2016 | Marco Errico | News

LECCE - Torna a disposizione Bleve, dopo il cartellino rosso di Fondi, e per il tecnico Padalino si prospetta un bel dilemma per la sfida di Castellammare di Stabia, che anche se non vale una stagione può indirizzarla in una maniera o nell'altra.

Confermare in porta Gomis, schierato contro il Cosenza (FOTO SOPRA LA SUA USCITA SALVA-RISULTATO DEL 1° TEMPO SU GAMBINO), oppure riproporre Bleve tra i pali? Una scelta non facile, alla vigilia di una trasferta delicatissima, visto che per diversi motivi sino ad ora i 2 portieri non hanno convinto del tutto. Ecco perchè.

Analisi del momento di Bleve - Il giovane portiere salentino è reduce da un periodo poco felice. Prima del pasticcio di Fondi (responsabilità sul 1° gol anche nonostante la leggera deviazione di Cosenza, poi l'espulsione nel finale, FOTO SOTTO) il ragazzo leccese era stato protagonista in negativo anche a Vibo Valentia (intervento scomposto nel finale che costa il calcio di rigore del pareggio). La discontinuità, insomma, resta il limite principale di un portiere di talento e che rappresenta comunque una risorsa della società (non dimentichiamoci le belle prestazioni di inizio stagione e diverse parate salva-risultato nei momenti chiave di alcune sfide).

Analisi del momento di Gomis - Sotto questo aspetto, quello dell'affidabilità, si è dimostrato in un certo senso ugualmente limitato anche il senegalese Gomis, che aveva iniziato la stagione da titolare per perdere il posto dopo appena 2 giornate. Ottime potenzialità fisiche, abilità nei riflessi, qualità che vengono compromesse da alcune gravi disattenzioni e dalla scarsa lucidità in momenti cruciali delle partite. Rientrato domenica scorsa con il Cosenza ha rischiato tanto sull'uscita al limite della foto sopra, comunque efficace ma da infarto (con un tocco con le mani sarebbe stato rosso diretto, uomo in meno per il Lecce e il baby Chironi in porta praticamente tutta la partita). Per il resto è stato poco sollecitato, dimostrandosi però un giocatore di forte personalità, caratteristica estremamente positiva, che fa valere su tutto il reparto difensivo.

Per Padalino, insomma, si prospetta una scelta assolutamente non facile.