Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Qui Reggina. L'INTERVISTA: "tranquillità contro ansia. Aspettiamo il ritorno in massa dei tifosi"

Domenica 8 Aprile 2018 | Matteo Bottazzo | Ospiti

REGGIO CALABRIA - Per conoscere il momento della Reggina abbiamo intervistato Ferdinando Ielasi, editore di "Reggio nel Pallone", il sito più seguito dagli appassionati amaranto (FOTO SOPRA DAL NOSTRO SERVIZIO FOTOGRAFICO DELLO SCORSO ANNO A REGGIO CALABRIA, CLICCA QUI).

Momento - "I quattro punti raccolti con Casertana e Siracusa hanno riportato serenità, la squadra ha dimostrato di saper soffrire. Il rientro di elementi di esperienza come Mezavilla e Giuffrida ha dato consistenza tattica a Maurizi: la politica dei giovani, lanciata anche dalle scelte societarie, ora viene alternata all'usato sicuro".

Atmosfera mesta - "Siamo comunque in uno dei momenti più bui di sempre, non si è mai visto tanto distacco dalla Reggina. 66 paganti con il Trapani, Curva autosospesa a tempo indeterminato dopo i DASPO presi con il Catania, l'ambiente dei cosiddetti tifosi moderati che rimprovera alla società l'assenza di ambizioni. Tutto questo ha trasformato lo stadio in un deserto. Per questo il Presidente Praticò ha lanciato prezzi stracciati nelle ultime gare, con una buona risposta con il Monopoli (finalmente 5mila spettatori), tiepida con la Casertana, ci auguriamo almeno pari ai numeri fatti con il Monopoli per questa gara con il Lecce".

La sfida - "Stiamo puntando molto sulla tranquillità della Reggina e sull'ansia del Lecce, perchè a valori normali espressi in campo è ovvio che la vittoria andrebbe al Lecce per differenza di organico e di individualità. La Reggina è consapevole che anche perdendo potrebbe salvarsi agevolmente, giocherà serena e dunque con la consapevolezza che un risultato positivo ci regalerebbe già la permanenza. Il Lecce, invece, non può sbagliare niente".