Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

E' UN LECCE D'ORO. Salernitana spazzata via, ora vediamo le stelle. LA CRONACA

Sabato 26 Gennaio 2019 | Marco Errico | News

SALERNO - Un Lecce quasi perfetto per un tempo sbanca Salerno, con i lampi di Mancosu e Palombi. Il blitz dello stadio "Arechi" (quinto successo esterno del campionato), condito dalla sofferenza finale per il tentativo di rimonta dei padroni di casa, lancia la squadra di Liverani al terzo posto in classifica a soli tre punti dal Palermo capolista, in attesa della sfida del Brescia che domani battendo lo Spezia potrebbe prendersi la vetta.

Doppietta - Liverani, riabilitato dall'annullamento della squalifca e regolarmente in panchina, rilancia Meccariello nel cuore della difesa e in avanti punta sulla coppia di funamboli Falco-Palombi. Il Lecce prende subito in mano le redini del gioco e dopo appena 4' è già in vantaggio, con la settima meraviglia stagionale di Mancosu che da lontano sorprende Micai con un sinistro velenoso. La Salernitana accusa il colpo e non riesce a reagire. Anzi, al 19' arriva il raddoppio dei giallorossi, con un tocco preciso di Palombi (anche lui al settimo centro in campionato) che firma il classico gol dell'ex, su assist perfetto di Tachtsidis.

Dominio giallorosso - Micidiale l'uno-due per la Salernitana che non riesce a risollevarsi, anche perchè il Lecce amministra con grande personalità ed è padrone del campo, sotto l'aspetto tattico, fisico, atletico. Poi Gregucci perde per infortunio anche Akpa Akpro, uno dei punti di riferimento del centrocampo, rilevato da Minala. L'unico sussulto dei padroni di casa è un bel destro a giro di Jallow di poco a lato. Il Lecce ci prova ancora con Scavone, ma la conclusione del centrocampista da buona posizione è alta sulla traversa. Si va al riposo con la Salernitana subissata dai fischi.

Brividi - In avvio di ripresa Liverani getta nella mischia La Mantia per Falco. C'è subito un contatto sospetto in area campana, con Scavone che reclama il penalty, ma l'arbitro lascia correre. Il Lecce tira un po' i remi in barca, anche se rischia pochissimo. Merita di essere ricordato solo un tentativo del solito Jallow, su cross dalla sinistra di Vitale. Poi a metà tempo i giallorossi potrebbero chiuderla: prima con una bella azione di Pettinari (entrato al posto di Palombi), che salta due avversari in area ma al momento della conclusione si fa murare in angolo. Poi al 25' con Calderoni che solo davanti a Micai tenta il dribbling, ma si fa soffiare il pallone dall'estremo difensore campano che sventa con in piedi. Dopo due grandi occasioni sprecate, arriva inevitabilmente il gol della Salernitana con Anderson A. che in sospetto fuorigioco risolve una mischia sotto porta. Si prospettano 20 minuti di grande sofferenza per il Lecce che però questa volta non si fa sorprendere nel finale e porta a casa 3 punti pesantisismi.

TABELLINO

SALERNITANA - LECCE 1-2

Marcatori: Mancosu al 4' p.t., Palombi al 20' p.t., Anderson A. al 26' s.t.

Salernitana (3-4-1-2): Micai; Mantovani, Perticone, Gigliotti; Pucino (dal 16' s.t. Di Gennaro), Akpa Akpro (dal 38' p.t. Minala), Castiglia (dal 31' s.t. Bocalon), Vitale; Anderson D., Anderson A.; Jallow. (Vannucchi, Bernardini, Di Gennaro, Vuletich, Rosina, Djuric, Casasola, Schiavi, Orlando, Mazzarani). Allenatore Gregucci.

Lecce (4-3-1-2): Vigorito; Fiamozzi, Lucioni, Meccariello, Calderoni (dal 37' s.t. Venuti); Petriccione, Tachtsidis, Scavone; Mancosu; Palombi (dal 18' s.t. Pettinari), Falco (dal 1' s.t. La Mantia). (Bleve, Riccardi, Cosenza, Arrigoni, Lepore, Haye, Marino, Tabanelli, Venuti, Bovo). Allenatore: Liverani.

Arbitro: Maggioni di Lecco (Lombardo-Scarpa, IV Ufficiale Di Martino).

Note: ammoniti Lucioni, Tachtsidis, Minala, recupero 3' p.t., 5' s.t.