Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

L'INTERVISTA. MELUSO-BOOM: "da qui non si muove nessuno. Lucioni incedibile. Tutti i calciatori sono PATRIMONIO NOSTRO"

Giovedì 10 Gennaio 2019 | La Redazione | News

LECCE - E' un Mauro Meluso a tutto campo, quello che in mattinata ha presentato alla stampa Panagiotis Tachtsidis, il primo rinforzo di gennaio del Lecce. Ecco la conferenza stampa del DS del Lecce come detto a tutto campo su Lucioni, Mancosu, Arrigoni, il mercato in entrata e in uscita.

Lucioni non è cedibile - "Fa piacere l'interessamento da parte della Serie A per i nostri calciatori, vuol dire che c'è un valore tecnico in questa squadra, grazie al lavoro fatto da Liverani e dal suo staff che hanno trasformato in oro tutto quel che hanno toccato sin qui a Lecce. Oltre a queste attenzioni va detto che i nostri calciatori li gestiamo noi. Sono calciatori che firmano un contratto con una società che per questo ha tutto il diritto di gestirne il valore patrimoniale. Lucioni ha quattro anni di contratto, l'abbiamo preso in un momento della carriera non felicissimo per lui: non vogliamo trattenere nessuno, ma ci sono dei valori patrimoniali da rispettare, dei diritti che stabiliamo noi. Per questo ho parlato con il Sassuolo, ho risposto alla loro richiesta formulando una proposta economica che non è stata accolta. Non saremo disponibili ad offerte sul finale di mercato, il Lecce che uscirà da queste prime ore di operazioni di mercato sarà quello che andrà avanti per i suoi obiettivi stagionali senza operazioni all'ultimo minuto che possono stravolgere la squadra. Non abbiamo necessità di vendere a tutti i costi, dunque dobbiamo rimanere quanto è più possibile equilibrati nelle nostre valutazioni nella gestione di questo mese: a ridosso della fine del mercato non accetteremo nessuna offerta. Per noi Lucioni è incedibile, non è un elemento sul mercato".

La volontà del calciatore - "Fabio è un ragazzo straordinario, maturo e anche rispettoso del Lecce, trovo semplicemente logico che ci rifletta, è una squadra di A che avanza una proposta interessante. Mi sembra del tutto normale che il calciatore ci pensi".

Giro di orizzonti - "Arrigoni è sul mercato come Cosenza, Torromino, Doumbia e Di Matteo. Armellino no. Mancosu? Per lui abbiamo ricevuto soltanto una telefonata, del tutto interlocutoria, niente di concreto e reale. Ma ripeto: nel finale di mercato non si muoverà nessuno, o facciamo qualcosa di importante prima o niente".

Attaccanti e varie - "Lavoriamo anche su profili che non conoscete. Una riserva di Calderoni? Possibile, un under sì. Falco al Frosinone? Non ho sentito nessuno, non ci sono al momento interessamenti reali. Deiola? Lavoriamo anche su altro".