Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

BACLET E TRINCHERA, notte da ex: "a Lecce come toccare il cielo, ma vogliamo prenderci i punti"

Domenica 29 Ottobre 2017 | Matteo Bottazzo | Ospiti

COSENZA - Alla vigilia di questo Lecce-Cosenza (calcio d'inizio alle 20.45 al "Via del Mare") abbiamo sentito Stefano Trinchera e Alain Pierre Baclet, il DS e la punta dei "lupi" calabresi, due degli ex di questo incrocio di tanti destini in programma domani.

Parla Trinchera - "A Lecce è sempre come la prima volta, è sempre un'emozione. Fare il DS del Lecce è stato come toccare il cielo con un dito. Essere ora a Cosenza è come aver raccolto il frutto di un percorso tra Lecce e Francavilla. Ora lavoro per una delle piazze più importanti della Serie C, voglio dare delle risposte a tutti quelli che mi chiedono di riportare il grande calcio a Cosenza. Il Lecce ha un organico super in ogni reparto, ma noi siamo affamati. Se ci scrolliamo le paure possiamo fare una grandissima prestazione".

Parla Baclet - "Siamo decisi a tornare a casa dal Salento con un risultato utile. Sappiamo che sarà un compito difficile, ma vogliamo risalire la china in classifica e abbiamo bisogno di fare punti anche con le squadre più quotate. Con l'arrivo di Braglia molte cose stanno migliorando, ci ha dato una grande carica agonistica. Il Lecce? E' la più forte, solo Catania e Trapani possono avvicinarsi a questo organico".