Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LA MANTIA-CIOFANI, il ballo delle punte. La dirigenza pronta al sacrificio per un "big"

Giovedì 19 Luglio 2018 | La Redazione | News

LECCE - Tra Ciofani e La Mantia, per un mercato decisamente pronto allo "scatto" che sarebbe da big.

E già, la dirigenza del Lecce un "colpo" pesante lo vuole, per questo sta raddoppiando tutti gli sforzi per arrivare alla punta da doppia cifra abbondante a stagione, quella chiesta da Liverani.

Meluso si sta concentrando su La Mantia dell'Entella, per cui nelle settimane scorse c'era stato anche l'ok di agente e calciatore sui dettagli contrattuali, con un fortissimo ritorno di fiamma di queste ore su Ciofani del Frosinone.

Dalla società ciociara hanno fatto intendere di voler rivoluzionare la rosa in vista della Serie A e di non voler fare lo stesso errore della prima promozione, affrontata con molti uomini provenienti dalla B. Per Ciofani il rischio concreto è che le opportunità da titolare in A siano inferiori a quante ne ha immaginate in estate. Il Lecce aspetta solo un cenno, anche a costo di fare un sacrificio molto ma molto oneroso.

A centrocampo manca solo l'ufficialità, l'abbiamo detto in tutte le salse, per l'arrivo dal Bari fallito di Petriccione, un'altra alternativa "di categoria" in mezzo (e la definizione è sempre rispondente agli identikit di mercato tracciati dal mister, che vuole solo elementi che abbiano familiarità con questo campionato).

Poi c'è Cesarini in dirittura d'arrivo, un altro acquisto che sarebbe importantissimo e che ora è ancora in stand by, in attesa che Di Matteo accetti di scendere in C con il Novara. Il Lecce ha anche pronto un conguaglio economico da aggiungere all'operazione, o il cartellino di Costa Ferreira.

In uscita manca solo l'ufficialità per Pacilli al Gubbio, per Turchetta ancora alla Casertana, per Legittimo che sta per accasarsi al Potenza e Megelaitis che potrebbe andare a Matera in prestito per giocarsi una stagione da titolare.