Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

ESCLUSIVO. Vertice in corso: Bisceglie-Lecce senza leccesi o a porte chiuse? FERMATE QUESTA FOLLIA

Giovedì 8 Febbraio 2018 | La Redazione | News

BARLETTA - Siamo alla follia, ma questa volta qualcuno dovrà prendersi la responsabilità di essere dichiarato ufficialmente "inadeguato" a gestire l'ordine pubblico, chiunque esso sia, un Questore o un Prefetto. Chiunque esso sia, perchè della folle pagliacciata che si sta sviluppando in queste ore qualcuno dovrà rispondere.

Mentre vi scriviamo, è un'esclusiva SoloLecce.it, è in corso un vertice fiume tra i massimi dirigenti delle prefetture e delle questure di Bari e Barletta (Barletta guida le forze dell'ordine della provincia a tre gambe di Barletta, Andria e Trani) che stanno valutando ulteriori forme restrittive per il pubblico di Bisceglie-Lecce. Sul campo ci sono ipotesi folli, lo ripetiamo: dalla chiusura della trasferta ai leccesi con la "Tessera del Tifoso", anche a chi ha fatto il biglietto che sarebbe costretto a restare a casa, a quella più estrema per cui si sta opponendo fortemente anche la società barese, ossia la disputa della gara a porte chiuse.

Evidentemente, due questure, due, neanche una, non riescono a garantire la sicurezza pubblica per 300 leccesi circa e per un migliaio di tifosi biscegliesi. Bella figura per chi dovrebbe garantire l'ordine pubblico tutto l'anno ad un territorio di milioni di abitanti. Da cittadini c'è proprio da stare allegri.

Intanto la prevendita stava procedendo a ritmi altissimi, con grande entusiasmo tra i tifosi del Lecce aderenti alla "Tessera del Tifoso" che nonostante la notturna e la diretta televisiva su SportItalia avevano già riempito "virtualmente" la metà del settore Ospiti del "Ventura" di Bisceglie (capienza poco più di 500 spettatori).

Erano 235, i biglietti sin qui staccati nel Salento per un Bisceglie-Lecce che manca da 55 anni (l'ultima volta in terra barese le due squadre si sono affrontate nella Serie C 1963/1964).

Sperando che tutto questo entusiasmo non rimanga nel Salento o che peggio si assista ad una vergognosa pagina nera di anti-calcio. Vi aggiorneremo in tempo reale sulla decisione finale che sarà annunciata in mattinata.