Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LA VIDEO-INTERVISTA. Caturano: "lo sapevo, ora non mi fermo. Akragas pieno di giovani che corrono: occhio"

Martedì 10 Ottobre 2017 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Cinque gol in tre partite. Così è tornato Salvatore Caturano. Ecco la nostra intervista, sintetizzata qui di seguito in forma scritta, sotto nella versione video dal nostro canale YouTube.

Sbloccato - "Sono contento, per un attaccante è importante e bello segnare. Sapevo che quando mi sarei sbloccato poi non mi sarei fermato, e così è stato".

Di Piazza, il partner - "Con Di Piazza mi trovo bene, speriamo di continuare così. Ad inizio stagione sono stato frenato anche da qualche problema fisico e da un fastidio al ginocchio che mi trascino da febbraio. Ora sto molto meglio".

Primato - "Stare davanti è la cosa più bella che c'è, non certo soffriamo di vertigini, ora dobbiamo rimanerci. Quando giochiamo in Campania spesso c'è la mia famiglia sugli spalti, a Caserta c'erano i miei fratelli: è stato speciale segnare per esultare con loro".

Akragas - "Sabato affronteremo un avversario composto da tanti ragazzi che corrono moltissimo, che a Lecce vorranno fare bella figura. Ci aspetta una partita molto dispendiosa sul piano fisico, ma noi siamo più forti e dobbiamo affrontare questa gara con l'atteggiamento giusto, ragionando sempre, senza sottovalutarli. Ogni partita, anche quella di sabato, per noi deve essere come una partita contro la Juventus".