Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

INCUBO RETROCESSIONE: Fiorentina-Genoa, domenica "pazza", una va in B?

Domenica 19 Maggio 2019 | Cosimo Carulli | News

EMPOLI - All'ultima giornata, all'ultimo respiro.

Si deciderà tutto negli ultimi novanta minuti nella Serie A che aspetta il Lecce da spettatore interessato dell'ultimo turno in programma domenica prossima alle 15.

Nell'anticipo di ieri l'Udinese si è messa al riparo dalle sorprese, battendo 3-2 l'appagata SPAL (Samir e doppietta di Okaka, Petagna e Valoti per la SPAL). A quota 40 i friulani sono salvi anche per il gioco degli scontri diretti.

Rischia seriamente la B il Genoa di Preziosi, fermato 1-1 in casa dal Cagliari (sardi matematicamente salvi con il punto di "Marassi"). Rete di Pavoletti nel primo tempo, rigore di Criscito grazie al VAR nel finale per il "grifone".

La domenica ha registrato il "sorpassone" in zona salvezza dell'Empoli di Andreazzoli, micidiale e determinato contro le speranze europee del Torino, travolto 4-1 dai toscani (Acquah, Brighi, Di Lorenzo e Caputo per i fiorentini, di Iago Falque il momentaneo pareggio granata).

Si è salvato il Parma che ha battuto 1-0 la Fiorentina con una autorete di Gerson, centrocampista dei viola. Fiorentina in mezzo ai guai, non potrà perdere con il Genoa l'ultima in casa per non rischiare un arrivo a pari punti che la manderebbe clamorosamente in B, ma di fatto vincendo o pareggiando col Genoa manderebbe in B i liguri consentendo la clamorosa salvezza dell'Empoli che ha sulla carta il compito più duro, uscire con tre punti da "San Siro" dove un Inter in disarmo deve ancora guadagnarsi il pass per la prossima Champions League.

E' praticamente salvo il Bologna, che deve giocare una gara in più (il posticipo del lunedì con la Lazio) e che in due partite deve fare un solo punto per sentirsi al sicuro.

Novanta minuti tutti da vivere, domenica prossima alle 15.