Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LECCE, ORA NON GUARDARTI DIETRO: euro-Mancosu "schianta" il Cosenza. E' fuga. LA CRONACA

Lunedì 30 Ottobre 2017 | Marco Errico | News

LECCE - Con un altro eurogol di Mancosu (FOTO SOPRA L'ESULTANZA E LA DELUSIONE DEGLI AVVERSARI), il Lecce piega il Cosenza dell'ex Braglia e "vola" a +4 sul Monopoli secondo e a un importante +7 sul Catania.

Equilibrio - Liverani sorprende ancora lasciando in panchina Di Piazza per la seconda volta di fila, scegliendo in attacco Caturano e Torromino, che non brilleranno. Per il resto confermata la formazione di Matera, con il rientro di Cosenza al centro della difesa (va fuori Riccardi, resta titolare Marino). Squadre disposte in maniera speculare, minuti di studio, dominati dall'equilibrio. Ci prova Lepore, con un sinistro dalla distanza deviato in angolo da Saracco.

Sofferenza - Con il passare dei minuti il Cosenza prende consapevolezza e al 21' ci vuole un grande intervento di Perucchini su Mungo lanciato a rete da Mendicino per conservare lo 0-0. Gli ospiti insistono ancora con Mungo, con un destro alto sulla traversa. Al 33' "brivido" lungo per il "Via del Mare": l'ex Baclet colpisce il palo con un colpo di testa ravvicinato, poi è un fischio arbitrale a rilevare un fallo (FOTO SOTTO). Il Lecce è in sofferenza, nel finale di frazione ci prova con una rasoiata di Armellino dalla distanza, fuori di un soffio, ma l'area avversaria da vicino la vede poco.

Godimento - Nella ripresa la musica non cambia e Liverani al 13' ricorre a un triplo cambio, ridisegnando la squadra, con Mancosu trequartista e Di Piazza in avanti con Caturano. Ma è ancora Cosenza: colpo di testa di Dermaku di pochissimo a lato. Il Lecce risponde al 23' con un'azione personale di Di Piazza che con un destro violentissimo sfiora l'incrocio dei pali. Al 28' il "gioiello" di Mancosu, un bolide che come a Matera pesca l'angolo opposto a quello di tiro, dove nessun portiere può arrivare. E' l'apoteosi del "Via del Mare", che può iniziare a godersi il primato.

TABELLINO

LECCE - COSENZA 1-0

Marcatore: Mancosu al 28' s.t.

Lecce (4-3-1-2): Perucchini; Lepore, Cosenza, Marino (dal 13' s.t. Riccardi), Di Matteo; Armellino, Arrigoni, Mancosu; Pacilli (dal 13' s.t. Ciancio); Caturano (dal 43' s.t. Costa Ferreira), Torromino (dal 13' s.t. Di Piazza). (Chironi, Vicino, Valeri, Megelaitis, Lezzi, Dubickas, Tsonev, Gambardella). Allenatore Liverani.

Cosenza (4-3-1-2): Saracco; Corsi, Idda, Dermaku, D'Orazio; Statella, Loviso (dal 40' s.t. Liguori), Calamai; Mungo; Mendicino, Baclet (dal 17' s.t. Caccavallo). (Perina, Pinna, Palmiero, Pasqualoni, Boniotti, Stranges, Trovato, Pascali, Gaudio). Allenatore Braglia.

Arbitro: Marchetti di Ostia Lido (Bianchini-Biasini).

Note: spettatori 10634, record stagionale di presenze, di cui 3985 paganti e 6649 abbonati, ammoniti Dermaku, Loviso, recupero 2' p.t., 3' s.t.