Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Qui Fidelis Andria. LOSETO SA COME SI FA: "blocchiamo il Lecce e ripartiamo sugli esterni. NIENTE E' IMPOSSIBILE"

Sabato 4 Novembre 2017 | Matteo Bottazzo | Ospiti

ANDRIA - Vigilia complicata ad Andria, dove in casa Fidelis tiene banco la "crisi" societaria annunciata dalla società proprietaria del club, intenzionata a lasciare se ci saranno ancora frizioni e fratture con l'ambiente, insofferente per questo ultimo posto in classifica. Abbiamo intervistato alla vigilia il tecnico dei biancoazzurri Valeriano Loseto, grazie alla preziosa collaborazione dei colleghi andriesi che con noi hanno seguito questa settimana.

Il momento - "Veniamo da due settimane in cui siamo rimasti chiusi nel centro sportivo, con la consapevolezza dell'umore negativo della piazza. Dobbiamo pensare al campo, dimostrare di essere una buona squadra che sta raccogliendo meno di quel che vale. Nulla sarà impossibile, possiamo raccogliere un risultato prestigioso".

Svolta tattica - "Devo modellare la squadra in base al momento e a Catanzaro è arrivata l'ora del 3-5-2. Possiamo gioire per la quadratura tattica, meno per la capacità di realizzare le palle gol che costruiamo. Adesso a centrocampo siamo più compatti, ma dobbiamo migliorare sull'incisività. La differenza la farà la qualità dei nostri e dei loro calciatori. Non sono allarmato: costruiamo tanto, prima o poi raccoglieremo".

Colmare il divario - "Dobbiamo andare in campo con le motivazioni a mille, giochiamo con il Lecce, la prima in classifica. Dobbiamo essere bravi a bloccarli e a sfruttare le ripartenze dei nostri esterni".