Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

La VIDEO-INTERVISTA. Trapani e Catania, MIRINO COSENZA: "tra quindici giorni sapremo chi siamo"

Martedì 29 Agosto 2017 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Rabbia e voglia di riscatto in casa Lecce alla ripresa degli allenamenti in vista della sfida interna con il Trapani di sabato alle 20.30 al "Via del Mare". Ecco l'intervista al centrale giallorosso Francesco Cosenza, qui sotto sintetizzata nei suoi punti fondamentali, ancora sotto nella versione video dal nostro canale YouTube.

Pareggio - "Drammatizzare ora sarebbe da folli. Prendiamo quel che c'è stato di positivo, con la consapevolezza che una squadra esperta come la nostra non può pareggiare una partita così".

Rabbia - "Fa rabbia perchè abbiamo amministrato bene la partita, soffrendo massimo dieci minuti in cui ci può stare che ci si chiuda. Dobbiamo gestire meglio, perchè la voglia c'era".

Abbassamento del baricentro - "E' normale, ripeto, soprattutto davanti ad avversari con tre punte ed esterni alti. Anche le squadre più forti si chiudono e cercano il palleggio".

Personalità - "Abbiamo subito due tiri in novanta minuti, un palo e un gol. Dobbiamo lavorare, certamente, e migliorare, ma possiamo solo crescere".

Le prossime due - "Sono partite importanti, due scontri diretti, noi abbiamo bisogno di confrontarci con loro per capire a che livello siamo e quale possiamo raggiungere. Sono squadre che giocano e fanno giocare, avremo spazio per giocare. Tra quindici giorni sapremo chi siamo, di che pasta siamo fatti".