Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Giustizia sportiva e fair play: ecco come è andato il convegno. GIACOMAZZI: "quando rinunciai al rigore col Messina..."

Giovedì 20 Aprile 2017 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Appuntamento importante, nell'Aula Magna di Giurisprudenza a Lecce, per il seminario "Giustizia sportiva e fair play", organizzato dal collega giornalista Giulio Serafino.

Un interessante e partecipato incontro con gli studenti, a cui hanno preso parte il VicePresidente del Lecce Stefano Adamo (in alto a destra nel nostro riquadro video potrete anche ascoltare l'intervista, in basso per chi ci legge dal cellulare), i docenti di Diritto Penale Giulio De Simone e di Diritto Privato Antonio De Mauro e in rappresentanza del Giudice Sportivo della FIGC di Lecce Gilberto Olita. Ospiti d'eccezione l'arbitro della CAN A Marco Di Bello della Sezione AIA di Brindisi e l'ex capitano giallorosso Guillermo Giacomazzi. Un contributo in apertura dei lavori l'hanno offerto anche la Direttrice del Dipartimento di Scienze Giuridiche di UniSalento Francesca Manolita, la Delegata FIGC Lecce Luana De Mitri e il Consigliere Didattico Oscar Pronat.

Importanti sono state alcune tematiche affrontate durante l'incontro, in cui attraverso degli episodi concreti accaduti nel mondo dello sport e del calcio si sono intrecciati i valori del fair play e della giustizia sportiva. Giacomazzi, per esempio, ha ricordato il gesto di rinunciare al rigore accordato da un giovane Rizzoli in un Lecce-Messina della Serie A 2004/2005, quando il centrocampista uruguaiano fece togliere il rigore già accordato al Lecce dal fischietto bolognese, ammettendo di aver simulato.