Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Su SoloLecce.it: PIETRA IN TESTA all'arbitro assediato, fischietto leccese in ospedale

Domenica 2 Dicembre 2018 | Marco Errico | News

MASSAFRA - Altra giornata nerissima per il calcio dilettantistico italiano e per i suoi rapporti con gli arbitri. E questa volta i "protagonisti" in negativo arrivano proprio dai terreni di gioco del Salento.

Sono i tifosi del Massafra che hanno colpito con una pietra in testa l'arbitro di Massafra-Polimnia, gara dell'11' giornata del girone B della Prima Categoria Pugliese.

Al fischio finale di Scorrano della Sezione AIA di Lecce (un rigore agli ospiti e tre espulsioni ai danni dei nervosissimi padroni di casa) dapprima una invasione di campo da parte di alcuni soggetti estranei è stata circoscritta dai Carabinieri che hanno protetto l'uscita dei calciatori e del direttore di gara, poi, prima di imboccare il sottopassaggio, il gesto di un folle che ha lanciato una pietra all'indirizzo del fischietto leccese, centrandolo in pieno in testa.

Il giovane è stato soccorso dai sanitari delle due squadre e poi portato al Pronto Soccorso dai Carabinieri di Massafra: impossibile, infatti, sfuggire diversamente alla furia dei tifosi che hanno assediato per ore l'esterno dello stadio per continuare ad inveire e minacciare l'arbitro, cercando di penetrare negli spogliatoi.

Soccorso più compiutamente e sottoposto a degli accertamenti in ospedale, il giovane arbitro se l'è cavata con una ferita e un grosso bernoccolo.