Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LA RIFLESSIONE: per sorridere, ma anche no... Noi beviamo Caffè Fadi, non sosteniamo i "ricconi" salentini che del Lecce se ne fregano

Giovedì 10 Agosto 2017 | La Redazione | Editoriali

LECCE - A Lecce, ci veniva da riflettere, ci sono tanti imprenditori veri o presunti, molti "palloni gonfiati" che vanno in giro con la Porsche e poi sono coperti di debiti e alcuni "re" dell'economia nostrana, veri, dalla potenza economica straordinaria, ma che hanno avuto sempre la carateristica di stare in disparte, di farsi i fatti propri, senza mai scendere in campo per il territorio, figuriamoci per le sorti della squadra di calcio.

Ecco, dopo la conferenza stampa di Sticchi Damiani di ieri e la presentazione dei tanti nuovi sponsor sulle maglie da gioco del Lecce il nostro consiglio disinteressato è quello di sostenere chi aiuta il Lecce, senza ricevere nulla in cambio e senza che l'azienda editoriale per cui scriviamo abbia avuto alcun benefit (non conosciamo neanche chi siano gli imprenditori a capo dell'azienda di cui stiamo per parlare...).

Noi da ieri beviamo e compriamo Caffè Fadi, per semplice riconoscenza: non ce ne frega niente che la famiglia imprenditoriale a capo di questa impresa sia brindisina. Ha dimostrato amore verso il nostro Lecce. A noi ci basta. Tanto caffè amari ne abbiamo bevuti tanti in questi anni, senza che mai nessuno abbia fatto niente per il Lecce... Tazzina più, tazzina meno...