Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Parla TABANELLI: "forza Salento, stringiti al tuo Lecce. I tifosi il nostro dodicesimo uomo"

Mercoledì 20 Marzo 2019 | Marco Errico | News

LECCE - Dopo tre reti inutili per il risultato (tre sconfitte), Andrea Tabanelli finalmente ha festeggiato una rete "pesante", che è valsa un punto (FOTO SOPRA E SOTTO L'ESULTANZA). Oggi l'abbiamo intervistato in Sala Stampa dopo l'allenamento odierno.

Liberazione - "Finalmente un gol che è servito. E' stato un buon punto, arrivato contro una delle squadre più in forma del campionato, anche se sino alla fine abbiamo assaporato il gusto della vittoria".

Poker - "Sono a quattro reti, sono contento, è una cosa importante, ci tenevo a migliorarmi e ci sto riuscendo grazie a Liverani che mi dice di buttarmi dentro sempre, di inserirmi. E' bravo a stimolarmi, in estate ha parlato chiaro: mi ha detto che dovevo fare sacrifici, che dovevo sgobbare molto se volevo essere utile, è stato molto netto. Mi ha spronato".

Trittico - "Abbiamo queste tre partite in casa che possono essere decisive per il nostro campionato. Concentriamoci un avversario alla volta, pensiamo all'Ascoli che è una squadra diversa da quella che è venuta a Lecce il giorno dell'infortuno a Scavone. In questa partita molti duelli individuali saranno decisivi".

Per i tifosi - "Messaggi per i tifosi? Non ci sarebbe bisogno di appelli, ci seguono ovunque con calore. Sono il dodicesimo uomo di questo gruppo, mi auguro che con l'Ascoli possa venire ancora più gente, per darci la spinta giusta a una importante vittoria".