Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LIVERANI: "attento Lecce, trasferta piena di insidie"

Sabato 1 Dicembre 2018 | Marco Errico | News

LECCE - A Fabio Liverani la trasferta di Carpi "puzza" di tranello per il Lecce. Il tecnico dei giallorossi non si fida minimamente dei modenesi. Ecco la sua intervista alla vigilia di questa importante sfida.

Effetto Castori - "Da quando è tornato Castori l'ambiente è nuovamente compatto, è come se il club vivesse in simbiosi con questo tecnico. Hanno elementi di qualità come Concas, Arrighini, Mokulu, Jelenic, dietro sono forti fisicamente e difficili da superare".

Prospettive - "Ci tenevo a chiarire che in queste settimane non ho mai messo dei limiti a questa squadra e alle sue ambizioni. Anche perchè la posizione di classifica e i punti che abbiamo ce li siamo guadagnati con pieno merito, tutti. Ho ribadito che per un club che viene da sei anni di Serie C è fondamentale soprattutto mantenere la categoria, creare una struttura solida per arrivare in A per poterci rimanere. Per questo il progetto era quello di puntare alla massima categoria nel giro di tre anni. Ma a maggio tireremo le somme".

Trasferta - "I numeri dicono che questa squadra ha fatto più punti in trasferta e le cifre non mentono mai. Però credo che non ci sia un motivo particolare, perchè affrontiamo le partite tutte allo stesso modo. Magari cambiano le caratteristiche degli avversari, ma la nostra filosofia è sempre la stessa".

Abbondanza - "Arrivare al sabato sera con dei dubbi sulla formazione è sempre un fatto positivo, vuol dire che il gruppo è di qualità e si può scegliere. A centrocampo torna Tabanelli che è in ballottaggio con Armellino, in avanti La Mantia, Falco e Palombi si giocano due posti. A proposito di attacco vorrei spendere delle parole per Torromino e Dubickas che si stanno allenando sempre al massimo e in questa fase della stagione sono quelli più penalizzati dalle scelte".