Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

2 milioni e mezzo: PRESO il palazzo ex Banco di Napoli. DE PICCIOTTO mette radici a Lecce

Venerdì 8 Giugno 2018 | La Redazione | News

LECCE - Raggiunto l'accordo e firmato il preliminare d'acquisto: il palazzo dell'ex Banco di Napoli a Lecce, in Viale XXV Luglio, passa a Renè De Picciotto, proprietario del 12% del Lecce.

La trattativa che vi abbiamo svelato il 27 aprile scorso (CLICCA QUI PER RILEGGERE) è arrivata al punto decisivo e positivo: sarà l'imprenditore italo-svizzero a rilanciare l'enorme struttura chiusa da anni, da quando il Banco di Napoli ha dismesso la sede storica lasciando i 3500 metri quadrati di volumetrie abbandonati a pochi metri dalla centralissima Piazza Sant'Oronzo.

De Picciotto realizzerà un centro commerciale al piano terra, ai piani superiori delle residenze turistiche di pregio per una fascia medio-alta di imprenditori, uomini d'affari o turisti.

A curare la vendita la "Gabetti Property Solution", che per conto di un fondo internazionale ha detto sì all'offerta di De Picciotto di 2 milioni e mezzo di Euro. Lo stabile era partito da una quotazione di mercato sui 4 milioni di Euro su cui ovviamente hanno pesato i tanti anni di chiusura e sostanziale abbandono.

Un affare per un De Picciotto sempre più leccese e che ora dovrà sedersi al tavolo con il Comune di Lecce per ottenere il cambio di destinazione d'uso dell'immobile e partire con la sua iniziativa imprenditoriale (allo stato attuale è destinato ad uffici).