Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Rilancio STICCHI DAMIANI: "sette partite per un sogno incredibile. Il pubblico l'arma in più"

Martedì 2 Aprile 2019 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - La testa al Cosenza.

Ce la mettiamo subito, anche noi con i nostri temi e la nostra informazione in questa giornata che è già un prepartita per il Lecce. Ecco come ha vissuto queste ore intense il Presidente giallorosso Saverio Sticchi Damiani che abbiamo intervistato per voi.

Soddisfazione - "Non abbiamo fatto nulla, il campionato non è finito. Siamo in B, non c'è niente di scontato, abbiamo davanti sette partite difficilissime e con il Cosenza di Braglia sarà ancora più dura che con il Pescara, ne sono certo. Sono scorbutici, forti in attacco, non ti fanno giocare. Con gli abruzzesi, invece, è rimasta la grande soddisfazione di aver vinto giocando benissimo, una gara perfetta contro una protagonista del campionato. Altri tre punti che ci permettono di avvicinarci a un traguardo incredibile. Questo Lecce non lascia scampo, se dovessimo continuare su questi ritmi ci sarà da divertirsi nel finale di campionato".

Situazione - "Dobbiamo capitalizzare in questa fase, abbiamo quel turno di riposo fissato alla penultima giornata che può essere condizionante: la classifica va puntellata ora. Questo gruppo è consapevole del suo valore ma deve andare avanti senza pensare a nulla, con armonia ed equilibrio, come abbiamo fatto con il Pescara senza specchiarci nei sette gol fatti all'Ascoli. Avanti così, a testa bassa su un obiettivo incredibile".

Pubblico - "Il campionato di questa società è già vinto, aver riacceso l'entusiasmo in una platea che si era spenta con le delusioni maturate in Lega Pro. La nostra gente sa starci vicino, con il Pescara abbiamo spinto tutti insieme i ragazzi, dobbiamo farlo ancora".