Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

37 PARTITE, le ultime dieci di fila, da 900 minuti in campo: E' ARRIGONI L'UNICO "MIRACOLO" giallorosso

Venerdì 6 Aprile 2018 | La Redazione | News

LECCE - Lo sostituiva solo Roberto Rizzo, praticamente ad ogni partita della sua brevissima stagione: fuori col Ciliverghe e con il Pordenone in Coppa Italia TIM, fuori a Francavilla e Catania, fuori anche con il Rende in casa (c'erano Maragliulo e Morello a "traghettare" il Lecce tra le braccia di Liverani).

Ora è insostituibile, senza calare mai nella prestazione, a dimostrazione che esiste anche il concetto di calciatore non stanco, che resta lucido, anche giocandone 37 di fila tra campionato e coppe nazionali.

Parliamo di Andrea Arrigoni per assolvere il centrocampista giallorosso da molte colpe che sono del resto di un gruppo che dal numero sei giallorosso dovrebbe solo prendere esempio. 37 partite giocate di fila, l'abbiamo detto in precedenza, con il record attuale di 10 gare consecutive senza neanche un minuto fuori a riposare, nonostante l'opportunità delle cinque sostituzioni. Arrigoni è a centrocampo da 900 minuti su 900, più i recuperi.

La serie positiva di Arrigoni in campo dura dal 4 febbraio, da Lecce-Catanzaro 3-1: da quella partita ha giocato dieci gare senza perdersi un minuto. L'ultima volta che ha visto la lavagnetta della sostituzione alzarsi con il suo numero è stata al 66' di Rende-Lecce, mentre era già in ambulanza verso l'ospedale di Cosenza per la rottura del setto nasale. Solo questo, ha fermato Arrigoni... Prendessero esempio in tanti...