Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Follia a TAURISANO: VIOLENZA ALL'ARBITRO. Cori razzisti a NARDO'. Il calcio è malato

Venerdì 22 Febbraio 2019 | La Redazione | News

TAURISANO - Ci scusiamo per la qualità dell'immagine "catturata" dal video della gara, disponibile sui social ufficiali della Deghi, formazione leccese di Promozione Pugliese che ieri pomeriggio ha staccato il pass per la Finale di Coppa Italia di categoria acciuffando in pieno recupero il Taurisano in trasferta, su calcio di rigore.

Un rigore contestatissimo dai padroni di casa e che ha fatto sconfinare la gara in un episodio di violenza gratuita del tutto censurabile.

A farne le spese l'arbitro Salvatore Montanaro della Sezione AIA di Taranto che ha subito un colpo al mento da parte di un calciatore del Taurisano che l'ha aggredito dopo il pareggio ospite. E' seguita anche una invasione di campo da parte di alcuni sconosciuti che hanno minacciato il fischietto tarantino.

Squallido il gesto finale di alcuni personaggi non in distinta che alla richiesta dell'arbitro di un po' d'acqua per lenire il dolore al labbro provocato dal colpo al mento hanno reagito rovesciando addosso tutta l'acqua disponibile al direttore di gara.

Questo gesto fa il paio con quanto accaduto domenica scorsa in Nardò-Picerno, ultimo turno di Serie D. Durante il corso della gara il calciatore lucano Langone Aboubacar è stato fatto oggetto di cori razzisti, dopo essersi reso protagonista di un fallo che non è piaciuto alla tifoseria locale: dal Giudice Sportivo una pena esemplare, un turno a porte chiuse e 2mila Euro di multa alla società granata.