Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

ESCLUSIVO SOLOLECCE.IT. Di Piazza, ecco il ricorso del Lecce: su cosa poggia, su quali elementi. IL VIDEO

Mercoledì 6 Settembre 2017 | La Redazione | News

LECCE - E' una notizia certa, esclusiva, che ci arriva da ambienti societari ma che sarà ufficializzata nelle prossime ore con un comunicato stampa: il Lecce presenterà ricorso avverso la squalifica per quattro turni di Matteo Di Piazza.

La società giallorossa sta elaborando una strategia difensiva con i suoi esperti di diritto sportivo, senza dimenticare che un "occhio" al ricorso può darlo anche il Presidente Sticchi Damiani dall'alto della sua importante esperienza forense (da Presidente della società è però incompatibile con il ruolo di difensore, per la normativa federale non potrà sostenere il Lecce in giudizio, ci vorrà un altro legale).

Da quanto trapela dagli ambienti giallorossi il ricorso verterà tutto su due assi portanti, due tesi difensive:

- esiguità del contatto Di Piazza-Robilotta (che nel referto ha sostenuto di essere stato "strattonato per un braccio", giudicate voi dal video sotto);

- esiguità del contatto Di Piazza-Marras e mancanza del principio della violenza deliberata (molto meno dimostrabile poichè la prova televisiva non è applicabile, trattandosi di episodio non sfuggito alla valutazione arbitrale: un episodio valutato dall'arbitro non può essere valutato, un episodio perso dalla terna sì).

La speranza, dalle due tesi difensive, è quella di guadagnare un turno e un turno (totale due) di pena minore, o almeno di guadagnare un turno solo di "sconto" dalla prima delle due tesi, e scendere insomma tra i 2 e i 3 turni di stop.

CLICCA QUI PER LA VIDEO-SINTESI DI LECCE-TRAPANI CON TUTTI GLI EPISODI DA "MOVIOLA".