Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LA VIDEO-INTERVISTA. Liverani: "un dispiacere la trasferta vietata. Ad Andria per crescere ancora"

Venerdì 3 Novembre 2017 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Ecco la vigilia di Fidelis Andria-Lecce nelle parole del tecnico giallorosso Fabio Liverani, qui sotto riassunte in un'ampia sintesi scritta, e poi nel nostro video dal canale YouTube di SoloLecce.it, tutto da ascoltare.

La partita - "Non facile: la Fidelis ha perso poco, anche se non ha vinto mai sino ad ora. Pareggiando molte partite ha dimostrato di essere un avversario aggressivo, pronto, che ha calciatori di buona qualità. Sfruttano tanto le palle inattive, dobbiamo prestare la massima attenzione. Mi interessa che i ragazzi continuino a crescere, come concentrazione e prestazione".

Formazione - "Recuperiamo Drudi ma perdiamo Marino. Per questo trittico di partite in pochi giorni che inizia ad Andria avremo bisogno di tutti, non dobbiamo dimenticarci che anche dopo Siracusa sino alla sosta avremo un altro terno successivo di partite: sino ad allora saremo super-impegnati".

Cambio di mentalità - "Nelle prime partite dal mio arrivo abbiamo affrontato delle squadre che giocavano di più a viso aperto, che ti davano più spazio per costruire gioco, poi abbiamo giocato con Akragas e Cosenza che ci hanno fatto capire che a volte devi misurarti contro chi resta chiuso in maniera ermetica. Le partite sono sempre diverse, dobbiamo sfruttare le occasioni che riusciamo a creare, nessuno ci concederà niente, proprio perchè siamo la capolista e siamo il Lecce, tutti vorranno far bene, giocare alla perfezione".

Trasferta - "Mi dispiace a prescindere quando ci sono divieti, ed è un peccato che i nostri tifosi che vorrebbero andare nelle altre città in massa, con voglia di sport e divertimento, si debbano fermare davanti a queste problematiche. Per me è un gran dispiacere, un motivo di grosso rammarico".