Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

INCUBO LECCE: a Cittadella irriconoscibile. E' una sconfitta pesante. La cronaca

Sabato 23 Febbraio 2019 | Marco Errico | News

CITTADELLA - Il Cittadella si conferma stregato per il Lecce. Al "Tombolato" arriva una sconfitta pesantissima, al termine della più brutta prestazione del campionato. Quattro gol al passivo che ridimensionano il Lecce nella lotta verso la A, visto pure che le dirette concorrenti si sono messe a correre.

Illusione - Liverani ricorre a un massiccio turn over, probabilmente eccesivamente forzato. Sulla destra torna Fiamozzi, sarà una delle scelte disastrose, a centrocampo conferma per Arrigoni, con Haye piazzato nel ruolo di trequartista e il debutto da titolare di Tumminello. Eppure la partenza del Lecce è promettente. Al 12' La Mantia trova il vantaggio, con uno splendido stop e diagonale di sinistro su assist di Arrigoni. E' il nono centro stagionale per l'attaccante romano, che fa esplodere i 1500 tifosi del Lecce saliti in Veneto".

Rimonta - La gioia dei tifosi giallorossi si spegne quasi sul nascere. Il Lecce dà l'impressione di adagiarsi sul vantaggio e al 18' viene punito da un colpo di testa di Moncini che sorprende Vigorito. Ci si aspetta la reazione del Lecce e invece continuano a spingere i padroni di casa, che vengono premiati al 40' con Moncini che ancora di testa trova l'angolino giusto.

"Cappotto" - Il Lecce non c'è, sembra quasi troppo brutto per essere vero. Nell'intervallo Liverani prova a correre ai ripari inserendo Palombi al posto di un impalpablie Tumminello, poi si gioca la carta Majer che debutta al 7' della ripresa al posto di Haye (anche per l'olandese prestazione da dimenticare). Ma è soprattutto sulle corsie esterne che i salentini continuano a soffrire e al 13' arriva il 3-1, propiziato proprio da un cross da sinistra corretto in rete dal solito Moncini che firma la tripletta personale. Si spengono qui le speranze del Lecce che sparisce completamente dal campo e incassa il quarto gol a venti minuti dalla fine, con Adorni che ancora una volta soprende una difesa inguardabile, questa volta da pochi passi sugli sviluppi di un angolo.

TABELLINO

CITTADELLA - LECCE 4-1

Marcatori: La Mantia al 12' p.t., Moncini al 18' e 42' p.t. e al 13' s.t., Adorni al 25' s.t.

Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Adorni, Drudi, Benedetti; Settembrini (dal 21' s.t. Frare), Pasa (dal 1' s.t. Siega), Branca; Schenetti; Moncini, Finotto. (Maniero, Parodi, Camigliano, Panico, Proia, Maniero, Bussaglia, Cancellotti, Diaw). Allenatore Venturato.

Lecce (4-3-1-2): Vigorito; Fiamozzi, Lucioni, Meccariello, Calderoni; Petriccione, Arrigoni (dal 21' s.t. Falco), Tachtsidis; Haye (dal 7' s.t. Majer); La Mantia, Tumminello (dal 1' s.t. Palombi). (Bleve, Riccardi, Cosenza, Mancosu, Marino, Saraniti, Felici, Venuti, Pierno). Allenatore Liverani.

Arbitro: Dionisi de L'Aquila (Lombardi-Macaddino, IV Ufficiale Illuzzi).

Note: ammoniti Settembrini, Drudi, recupero 1' p.t., 4' s.t.