Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Le sentenze complicano la corsa retrocessione: CATANZARO-AVELLINO, niente illecito. Play out confermati

Giovedì 12 Aprile 2018 | Cosimo Carulli | News

ROMA - Parzialmente è una brutta notizia, anche se fa felici, felicissimi, i tifosi di Catanzaro e Avellino.

Nel girone del Lecce si faranno i play out, alla fine del campionato, il Catanzaro non retrocede per sentenza.

La Corte Federale d'Appello ha assolto la società calabrese e quella campana dalle accuse della Procura Federale di aver combinato il risultato di Catanzaro-Avellino del 5 maggio 2013 che stando agli accordi presunti e immaginati dall'accusa doveva finire in pareggio.

La Procura Federale aveva chiesto la retrocessione diretta di Avellino e Catanzaro: un esito diverso del processo avrebbe mandato in D il Catanzaro insieme all'Akragas che matematicamente non può ridurre il divario utile a far disputare i play out, salvando in un colpo solo tutte le squadre, Racing Fondi e Paganese comprese, che affronteranno il Lecce nel finale di stagione.

Lo faranno, come sempre, assatanate di punti.