Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Lecce, RICCARDI indica la strada: "scivolone del Catania che fa piacere, ma il segreto è pensare a noi"

Martedì 13 Febbraio 2018 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Carta d'identità da under, esperienza e parole da veterano. Sono gli ingredienti della "sorpresa" del campionato del Lecce, il centrale difensivo Davide Riccardi, che abbiamo intervistato per voi (FOTO SOPRA IN UN CONTRASTO A BISCEGLIE).

Reparto - "Avevo già giocato in coppia con Marino alla prima con il Matera, ma è andata bene anche a Bisceglie. Nonostante la sofferenza negli ultimi minuti siamo riusciti a conquistare il risultato che volevamo, la vittoria. Loro hanno moltiplicato tutte le forze, ma noi siamo stati bravi a restare dentro la partita sino alla fine".

Licenza di far gol - "Sì, il mister mi vuole sempre alto sui calci d'angolo e le punizioni in avanti, ma non devo dimenticare che il mio primo compito è difendere".

Catania stoppato - "E' chiaro che fa piacere, anche se dobbiamo pensare al nostro cammino. Non abbassiamo la guardia, verso la fine vedremo dove siamo".

Miglioramenti - "Dall'arrivo di Liverani sono migliorato molto, grazie alla fiducia del mister sto lavorando su tutti gli aspetti dove devo crescere, rafforzando quelli dove magari ero già in fiducia. La Coppa Italia di Serie C è un obiettivo per tutti, è un'occasione anche per gli elementi meno utilizzati per mettersi in mostra. CI teniamo".

Sicula Leonzio - "Partita difficile, avversario da rispettare, ma dobbiamo essere consapevoli della nostra forza e di quello che possiamo fare insieme. Unito questo gruppo non ha limiti".