Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

IL PREMIER CONTE A LECCE: "300 milioni per xylella, 30 dopo il gasdotto"

Domenica 24 Marzo 2019 | Matteo Bottazzo | Cronaca

MONTERONI DI LECCE - Il Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte ha firmato in mattinata l'accordo per un un piano di ricerca a due tra CNR e ENI che consentirà al Sud Italia e al Salento di ospitare nuovi centri universitari d'eccellenza. Prima della firma Conte ha visitato il college dell'Istituto di Scuola Superiore ISUFI di Ecotekne e poi si è fermato con i giornalisti per un punto stampa. Ecco i punti principali toccati da Conte.

Caso xylella, interventi finalmente massicci - "Nonostante i ritardi di chi ci ha preceduto abbiamo finanziato 300 milioni di Euro di interventi voluti dal Ministro per il Sud Barbara Lezzi. E' una priorità per questa terra, l'ulivo non è solo un prodotto o una pianta, è un simbolo di questo territorio".

Caso TAP, presto 30 milioni di interventi sui territori - "Su TAP ho spiegato tutto nella mia lettera ai cittadini di Melendugno, il cui Sindaco ha rifiutato di venire dal Presidente del Consiglio dei Ministri. E' pronto un pacchetto di iniziative che non sono compensative di nulla ma sono la doverosa azione che spetta a chi rappresenta il Governo. Sarà poi il Sindaco di Melendugno ad assumersi la responsabilità davanti ai suoi cittadini di rifiutare ogni altra interlocuzione".