Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

LA VIDEO-INTERVISTA. Rabbia TORROMINO: "rimasto per portare il Lecce in B"

Giovedì 24 Agosto 2017 | Matteo Bottazzo | News

LECCE - Giuseppe Torromino non ci sta, ha voglia di vendicare la sconfitta della stagione scorsa che è costata il primato al Lecce, che poi non l'avrebbe più riconquistato. Con questo spirito si prepara la trasferta di Brindisi in casa del Francavilla (calcio d'inizio alle 18.30 di sabato). Ecco la nostra intervista, sintetizzata qui per larghi tratti e sotto in versione video, come sempre, per chi volesse ascoltare Torromino dal nostro canale YouTube.

Rivalsa - "Ricordo ancora la mia espulsione inguista (FOTO SOPRA): oramai è storia passata, ma loro fecero la partita della vita. Ora dobbiamo avere in mente solo i tre punti".

Differenze e condizione - "Noi questa estate abbiamo lavorato con un gruppo oramai affiatato in cui sono stati inseriti giocatori di qualità, dipende tanto da noi questa volta: è un Lecce costruito per vincere il campionato. Non siamo nella condizione migliore, ma è normale che sia così adesso".

Intese - "Con Di Matteo e Di Piazza l'intesa cresce, da una parte sulla mia fascia d'attacco o per quel che riguarda l'altro compagno di reparto. Il problema fisico al ginocchio è alle spalle, sto bene e voglio riportare questa squadra in Serie B".

Mercato, i retroscena - "Ad inizio mercato il DS mi aveva chiamato per farmi capire che il futuro era incerto, così con il mio Procuratore abbiamo valutato qualche offerta, che poi non abbiamo mai realmente analizzato perchè sempre per volontà della società mi è stato detto qualche giorno dopo che non mi sarei più mosso da Lecce".